Comune di Rognano

Torna alla home page





Novità

20/01/2017

Bonus famiglia

PROROGATO IL TERMINE PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTO PREVISTO DAL BONUS FAMIGLIA SINO AL 30 APRILE 2017.

Con deliberazione n. 5060 del 18.04.2016 avente ad oggetto “Reddito di autonomia anno 2016: evoluzione del programma e misure innovative”, Regione Lombardia ha previsto l’estensione della misura “Reddito di Autonomia” approvata nell’anno 2015 con DGR n. 4152 del 08.10.2015, confermando le azioni già avviate e introducendo ulteriori misure volte a promuovere l’inclusione sociale e a ridurre il più possibile il rischio di scivolare nella povertà.

Tra le misure previste dal Programma Reddito di Autonomia per il 2016 è stata introdotta, con DGR n. 5095 del 29.04.2016 di Regione Lombardia, la misura BONUS FAMIGLIA, con l’obiettivo di sostenere le famiglie in condizioni di vulnerabilità socioeconomica, ponendo particolare attenzione alla gravidanza e al percorso di nascita (specialmente alle donne sole e ragazze minorenni) e alle famiglie adottive. Con DDG n. 4760 del 26.05.2016 sono pertanto state definite le modalità operative per il riconoscimento del Bonus Famiglia e le modalità di accesso.

Con DGR n 5968 del 12.12.2016 Regione Lombardia ha disposto il proseguimento della misura Bonus Famiglia prorogando il termine di cui alla DGR n 5095 del 29.04.2016 fino al 30 aprile 2017.


Entità del contributo

IN CASO DI GRAVIDANZA
€ 150,00 al mese, da 6 mesi prima della nascita a 6 mesi dopo, fino ad un massimo di € 1.800,00, liquidati in due momenti diversificati:

  • € 900,00 entro 45 giorni dalla validazione della domanda da parte dell’ATS;
  • € 900,00, nel rispetto dei precedenti termini di 45 giorni, in seguito alla presentazione del certificato di nascita (il certificato di nascita deve essere presentato entro un mese dalla nascita, pena la decadenza del diritto al restante contributo).

IN CASO DI ADOZIONE 
€ 150,00 al mese, dall’ingresso in famiglia del figlio adottivo, fino ad un massimo di € 900,00 e liquidato in un’unica soluzione dopo l’approvazione della domanda.
(In caso di gravidanze gemellari, il genitore riceve un contributo proporzionato al numero di figli nati. In caso di adozioni, il genitore riceve un contributo proporzionato al numero di figli adottati).


Decorrenza

La misura sperimentale, nella prima fase di applicazione, decorre dal 1° maggio, fino al 30 aprile 2017.


Modalità di gestione

Per accedere alla misura, la domanda deve essere caricata online da uno dei due genitori sull’applicativo accessibile sulle pagine web di Regione Lombardia (http://www.siage.regione.lombardia.it/). La competenza dell’istruttoria delle domande è delle ATS che verificano i requisiti e approvano la domanda.


Requisiti

  1. Residenza in Lombardia per entrambi i genitori di cui almeno uno residente da 5 anni continuativi;
  2. ISEE in corso di validità uguale o inferiore a € 20.000,00;
  3. Certificato medico che attesta gravidanza con data non anteriore a trenta giorni, al momento del caricamento della domanda, oppure sentenza di adozione del minore con data non antecedente al 1° maggio 2016

Documentazione

In caso di GRAVIDANZA, la documentazione da allegare alla domanda consiste in una scheda di avvenuto colloquio per l’accertamento della vulnerabilità socioeconomica rilasciata dall’assistente sociale del comune di residenza o da un Centro di Aiuto alla Vita e intestata al genitore che carica la domanda.
Quindi, prima di presentare la domanda, il/la richiedente, dovrà mettersi in contatto con le assistenti sociali o con il CAV, che dovranno verificare e accertare le condizioni di vulnerabilità.
Nel caso in cui la/il richiedente non ne disponga, la scheda rilasciata dall’assistente sociale del Comune o dal CAV dovrà essere prodotta al momento della presa in carico del/della richiedente da parte del consultorio di riferimento.
Tuttavia, se al momento della compilazione della domanda non è ancora presente un certificato di vulnerabilità, ma è già stato fissato un colloquio con l’assistente sociale per accertarne le condizioni, è possibile, all’atto della compilazione, inserire che si è già provveduto a fissare un colloquio con l’assistente sociale.

In caso di ADOZIONE la domanda deve essere presentata entro 30 giorni dalla data della sentenza di adozione e non occorre essere in possesso di un certificato di vulnerabilità.


Per maggiori informazioni

PDF Scarica (Formato PDF - 1438KB)
« indietro

Sede Municipale: Via Roma 16, 27010 Rognano (PV) | C.F. 00484680186
Tel. +39.0382.926172 | Fax +39.0382.926207 | postacertificata@pec.comune.rognano.pv.it